Ottima stagione 2019 per l’Accademia

Il 2019 è stata un’altra ottima stagione per la nostra Accademia. E’ stato un anno particolarmente intenso e gratificante anche per il nostro minifolk, che ha aperto la stagione a Nuoro con una rappresentanza alla prima, storica partita di calcio della Nazionale Sarda.

Abbiamo poi proseguito con una vera “chicca”, un ballo, al Teatro del Carmine di Tempio, con Annamaria e Giovanni Puggioni, in occasione della consegna del premio “Lu Carrulu”, ad un duo che ha fatto la storia del canto Folkloristico in Sardegna. Fine Aprile ci ha visto partecipare, per la prima volta, alla bella festa della Madonna del Soccorso di Posada mentre Maggio è stato, come sempre, il mese delle grandi manifestazioni sarde, la Sagra di Sant’Efisio e la Cavalcata Sarda; in entrambe, oltre ad aver partecipato alla processione ed alla sfilata, siamo stati protagonisti anche nello spettacolo di Piazza del Carmine a Cagliari e in Piazza d’Italia a Sassari.

Il minifolk si è invece esibito in una splendida serata a Nule insieme a tantissimi gruppi di bambini, in occasione della manifestazione “Idda ‘e manos bonas”. Tra giugno e inizio Luglio le manifestazioni sono state numerose, tra le quali la Festa di San Pietro ad Ittiri, dove sono stati invitati, in due giorni differenti sia gli adulti che i bambini. Il resto del mese di Luglio ci ha visto quasi del tutto “assorbiti” nell’organizzazione del 36° Incontro Internazionale del Folklore e del 1° Premio di Poesia sarda “Don Baignu – veldi la piu alta poesia”, che ha portato in città il meglio del folklore isolano ed Internazionale e i migliori poeti in “limba” della Sardegna. Agosto è stato intensissimo con molte esibizioni, da Jerzu a Silanus, passando per Uri e Telti, per finire con le feste patronali nella nostra città. Settembre è stato il mese che ci ha visto partecipare, per la prima volta, allo “Sposalizio Selargino”, manifestazione storica della tradizione sarda, alla quale abbiamo partecipato con grande piacere.

E con grande piacere abbiamo partecipato, anche qui per la prima volta, alla Festa patronale di Aggius, luogo simbolo delle tradizioni in Gallura, dove siamo stati accolti con grande ospitalità ed entusiasmo. Anche a novembre abbiamo avuto occasione di mostrare i nostri balli e i nostri abiti in feste patronali, come a Burgos, in mostre, come quella allestita a Porto Torres ed in collaborazioni con fotografi e disegnatori che, sempre più numerosi, apprezzano i nostri abiti. In chiusura, un Dicembre molto intenso per il Minifolk, con la partecipazione a ben due rassegne di gruppi di bambini, a Nuoro ed a Usini. Da sottolineare anche la rappresentanza della nostra città alle bellissime “Cortes Apertas” di Fonni, con una coppia con l’abito ottocentesco tempiese, che ha partecipato al suggestivo presepe vivente.