Il Festival Internazionale del Folklore

L’Accademia delle Tradizioni Popolari “Città di Tempio” dopo anni di ricerca e divulgazione delle Tradizioni popolari galluresi, nel 1981 organizza il 1° Incontro Internazionale del Folklore di Tempio Pausania , con l’ intento di far conoscere le culture di tutto il mondo alle nostre genti, confrontare le nostre Tradizioni con quelle dei cinque continenti e di rafforzare rapporti di amicizia tra popoli diversi.

Foto di Giuseppe Goddi

Con enormi sacrifici e zero lire l’Associazione si cimenta in questa avventura diventata con gli anni sempre più importante e soprattutto imitata da tutta la Sardegna, infatti è la prima manifestazione di questo tipo che sia stata organizzata nella nostra isola, prova ne è il numero delle edizioni svolte consecutivamente senza interruzioni, ben ventisette senza eguali in Sardegna, però e con immenso orgoglio affrontiamo il fatto di essere stati oggetto di emulazione. Certo un Festival Internazionale a Tempio ha per noi un significato ben più profondo di un semplice raduno di Gruppi folkloristici. Avremmo potuto farlo anche negli anni passati, rischiando però di ripetere, con freddezza, i pochi tentativi sardi di incontri con il folklore extra isolano.

Foto di Giuseppe Goddi

Con l’esperienza di questi anni abbiamo acquisito come gruppo, delle certezze, da ciò l’ esigenza di dimostrare, a noi ed agli altri, la validità e la genuinità del nostro folklore, folklore inteso come cultura, cultura come espressione di un popolo, quello sardo. Sopratutto siamo arrivati a capire, oggi più che mai, la ricchezza interiore che queste esperienze folkloristiche danno a chi vi partecipa, proprio perché sono ancora lontane da limitazioni di espressione, da lotte di parte e, ancora di più, libere da condizionamenti ed emarginazioni razziali e politiche. Gli Incontri Internazionali del Folklore dalla 22^ edizione del 2002 vengono dedicati ad Isa Bionda, indimenticata presidente e fondatrice dell’associazione. Purtroppo però anche per questa manifestazione arriva il momento di crisi e nel 2007 si svolge l’ultima edizione; infatti soprattutto per motivi logistici e finanziari l’associazione decide a malincuore di fermare l’organizzazione del festival con la formula per anni collaudata e conosciuta. Nel 2009 viene organizzato in Piazza Gallura il “Memorial Tonino Puddu”, una giornata dedicata al folklore internazionale in memoria dell’amico e collaboratore scomparso di recente.

Nel 2012 in collaborazione con la Pro Loco di Tempio ed all’interno della Festa della Montagna che si svolge a Vallicciola, viene organizzato il 29° Incontro, che ha grande successo di pubblico, in una location atipica per la manifestazione, all’ombra del bosco di sequoie che si trova appunto a Vallicciola. Dal 2013 si ritorna nella Piazza Gallura nel centro della città in occasione del 30° Incontro, sempre con la formula di una serata con gruppi stranieri e della nostra isola. La manifestazione ancora oggi si svolge con questa formula.

Negli anni partecipano alla manifestazione gruppi provenienti da ogni parte del mondo in rappresentanza di tutti i continenti e naturalmente gruppi folkloristici sardi in rappresentanza di numerosi paesi di ogni angolo della Sardegna. La manifestazione è organizzata sotto l’egida del C.I.O.F.F. (Consiglio Internazionale Organizzazione Festival Folkloristici) con riconoscimento dell’UNESCO Statuto B, per cui gli Incontri Internazionali di Tempio hanno ottenuto il riconoscimento nel 1983. La stessa Accademia è stata nel 1987 tra le fondatrici della sezione italiana. All’interno della manifestazione fino all’edizione del 2007, si è svolta una serata dedicata al folklore dei bambini e dei giovani denominata FOLKGIOVANI “Tomasina Mannoni”.

Ma gli Incontri Internazionali del Folklore di Tempio Pausania hanno avuto un precedente che è bene segnalare.
Nell’anno 1980, in una calda serata di giugno, al teatro del Carmine, si svolse la prova generale di quello che poi sarebbe diventato il “Festival”. Allo spettacolo parteciparono i Gruppi di: Coro Ortobene di Nuoro, Gruppo Folk Città di Oristano e naturalmente il nostro Gruppo Folk Città di Tempio. La prova, anche se limitata a gruppi sardi, andò così bene, che ci si convinse ad organizzare nel 1981 la prima edizione degli Incontri Internazionali del Folklore.

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva