659° Festa di Sant’Antioco Martire

Il Gruppo Folk “Città di Tempio” ha partecipato alla festa più antica dell’Isola, quella in onore di Sant’Antioco Martire, patrono della città e di tutta la Sardegna, arrivata alla 659° edizione e che si è svolta dal 14 al 16 aprile.

Il sabato alcune ragazze in costume hanno preso parte alla processione che dalla Chiesa di Santa Maria Goretti arriva fino alla Basilica di Piazza De Gasperi per la tradizionale benedizione de “Is Coccois” offerti al Santo. 

La domenica mattina ha partecipato ad un’altra processione e la sera ad una sfilata durante la quale si è esibito con alcuni balli, insieme agli altri gruppi folk, davanti ad un folto pubblico accorso per l’occasione.

Lunedì, per concludere, c’è stato il momento più importante della Festa, la solenne processione per le strade della città: la statua di Antioco e le sue reliquie hanno sfilato accompagnate da cavalieri e amazzoni, gruppi in costume provenienti da tutta la Sardegna, suonatori di launeddas, traccas e fedeli.
L’edizione di quest’anno è stata contraddistinta da una importante novità: la prima edizione della fiera enogastronomica.
Tredici produttori locali accanto a quelli provenienti da tutte le province sarde hanno proposto ai visitatori le loro specialità tipiche, in vendita e con degustazioni. Ma non è stata una classica fiera alimentare perché tra cibo e vino c’erano anche i gruppi folk che hanno animato ogni stand in rappresentanza dei paesi di provenienza.
Il gruppo folk di Tempio ha proposto nel suo stand, oltre ad alcuni vini e ai dolci tipici della tradizione gallurese, anche la tradizionale “suppa cuata” cotta sul momento e servita calda. Apprezzati tantissimo sia il Gruppo, che ha partecipato con 40 figuranti di cui 14 bambini, sia i prodotti offerti.